Logo Regione Autonoma della Sardegna
PROMOZIONE DEL CINEMA IN SARDEGNA

Aree dismesse

Nel territorio regionale sono presenti numerose aree minerarie dimesse. L’avvento delle tecniche di produzione industriale ha prodotto sostanziali cambiamenti nel paesaggio, rendendolo suggestivo e in alcuni casi anomalo riguardo il territorio circostante. Non mancano cave e stabilimenti abbandonati. Di particolare interesse i borghi disabitati, veri e propri villaggi fantasma abbandonati a causa dei frequenti smottamenti che hanno reso le case insicure.
Cerca la location





Elenco location
Villasimius, Cava UsaiCava Usai, Villasimius
Nell’area, affacciata su una delle più belle zone costiere della Sardegna, sono presenti solo pochi edifici. Dalla cava si estraeva granito e la sua lavorazione ha a lungo costituito una delle più importanti fonti di reddito degli abitanti di Villasimius. L’attività fu avviata nella seconda metà dell’Ottocento.
Gairo, il vacchio paeseGairo Vecchia, Gairo
Il paese sorge in una zona particolarmente colpita da fenomeni alluvionali dove il terreno ha ceduto più volte, rendendo le case insicure e malsane. Dopo l’alluvione del 1951, gli abitanti hanno iniziato ad abbandonare il piccolo centro, ormai totalmente disabitato da più di 45 anni.
Le saline, CagliariLe saline, Cagliari
Il vasto e interessante complesso – che sorge in un'area compresa tra lo stagno di Molentargius e la spiaggia del Poetto – era utilizzato per la raccolta del sale già da Punici e Romani e poi, nell'XI secolo, dai monaci vittorini. L'attività estrattiva fu interrotta nel 1985 a causa dell'inquinamento dell'area chiamata ‘Bellarosa Minore’.
Riola Sardo, parco dei suoniParco dei Suoni, Riola Sardo
Il Parco dei suoni, disegnato dagli architetti Perra e Loche, si trova nelle cave di arenaria dismesse di Su Cuccuru Mannu. Nasce per la diffusione della musica, sfruttando anche la particolare conformazione dello spazio. L'abitato di Riola Sardo si adagia sulla sponda sinistra del corso d’acqua Rio Foghe.