Logo Regione Autonoma della Sardegna
PROMOZIONE DEL CINEMA IN SARDEGNA

Miniera dell’Argentiera, Sassari

Sassari, Miniera dell'Argentiera
La miniera, visitata nel 1838 dallo scrittore Honoré de Balzac, fu rilevata a metà Ottocento da una società belga, alla quale subentrò la Società di Corr'e boi, che la dismise nel 1963.

I tre nuclei principali - Miniera Vecchia, Plata e Argentiera - sono vicini al mare. La borgata è costituita da piccole case a livello stradale.

Nel tempo hanno subito un evidente degrado al quale si sta ponendo rimedio con una ristrutturazione che interessa tutta l’area. Sono visibili i resti degli impianti di estrazione.

Come arrivare
Partendo dalla SS 131 all’altezza di Sassari, si percorre il tratto di strada di circa 7 km che porta all’incrocio con la SP 291 in direzione di Capo Caccia. Si svolta a sinistra sino all’incrocio con la SP 42, poi a destra e si prosegue sino al successivo incrocio per la SP 18. Qui si svolta in direzione della miniera dell’Argentiera.
COMUNE
Sassari