Logo Regione Autonoma della Sardegna
PROMOZIONE DEL CINEMA IN SARDEGNA

Ponte della ex ferrovia, Siliqua

 
info
Siliqua, ponte della ex ferrovia
Il Ponte ferroviario in cui passava la linea Siliqua-Calasetta è inserito in un contesto ambientale molto suggestivo dove la macchia mediterranea offre uno sfondo scenografico naturale.

Il comune di Siliqua si estende in una zona pianeggiante nella valle del Cixerri, fiume della Sardegna meridionale lungo circa 40 km. Tra i monumenti di notevole interesse archeologico sparsi nel territorio, troviamo la tomba dei giganti chiamata "Sa Domu e' S'Orku", imponente sepoltura di epoca nuragica, "Sa Perda Fitta" conosciuta anche con i nomi di "Su Cuaddu de Sa Mongia" o "Perda Managus" e numerosi nuraghi.

All'epoca romana risalgono i resti di un acquedotto che da Siliqua arrivava fino a Cagliari e una necropoli venuta alla luce nei pressi del paese. Nel periodo tardo antico Siliqua andò spopolandosi.

Il paese medievale è attestato per la prima volta nel 1272 e venne molto probabilmente ripopolato dagli abitanti del vicino borgo di "Aqua Frigida". Nel territorio di Siliqua sono infatti presenti i resti del castello di Acquafredda, meglio conosciuto come il castello di Ugolino della Gherardesca, conte dei Donoratico.

Dal punto di vista ambientale, lungo la strada per Giba, si può ammirare il suggestivo panorama offerto dal lago e dalla diga di Bau Pressiu.

Come arrivare
Partendo da Cagliari si percorre la SS 130. Dopo circa 30 km, all’incrocio con Siliqua, si svolta a destra sul cavalcavia, si prosegue per il paese e da lì si chiedono le informazioni per raggiungere il ponte.
COMUNE
Siliqua